domenica 31 gennaio 2016

Colturano nuova gestione servizi igiene urbana


Venerdi 29 gennaio è stata presentata, dal Sindaco e dal Dottor Nardella della soc. CEM AMBIENTE SpA, la nuova gestione dei rifiuti urbani. Non mi dilungo sui dettagli della raccolta e del calendario perché tutti abbiamo in casa l’opuscolo che spiega per filo e per segno. Riporto qualche dettaglio che mi sembra interessante; prima di tutto ci deve essere molto chiaro che differenziare non è un piacere che facciamo all’amministrazione comunale ma a noi stessi e alle nostre tasche, cose secondarie ovviamente al fare del bene all’ambiente che lasceremo ai posteri J. Colturano differenzia il 58% della propria “rumenta” mentre il minimo di legge è il 65%. Se non si arriverà almeno a questo step, i comuni verranno sanzionati. Secondo motivo validissimo per ben differenziare: Cem nell’ultimo anno ha ridistribuito 4 milioni di Euro ai comuni soci in proporzione ai risultati di ogni singolo comune. Questo vuol dire che il costo per noi utenti potrebbe diminuire se siamo così bravi ad alzare l’asticella del 58%. (Dresano ha appena ottenuto da Legambiente la targa di Comune Riciclone 2015 con il 70,88%). Sindaco e Cem ci indicano come obiettivo tra un anno di arrivare dunque almeno al 65%. Qualche piccola indicazione: la carta non si può più mettere nei sacchi di plastica ma va messa in contenitori di carta/cartone che non devono però superare i 20 kg di peso; è possibile usare bidoni carrellati di plastica bianca che abbiano l’attacco “a pettine” per poter essere svuotati meccanicamente. Il verde: alle abitazioni singole con giardino verrà fornito gratuitamente un bidone verde per il ritiro degli sfalci (chi ne ha bisogno di più dovrà comprarlo o dal comune o in proprio . Attenzione sempre che sia carrellato e con attacco a pettine);se si vogliono utilizzare altri contenitori bisogna stare attenti che non superino i 20 kg di peso; per i condomini ..non mi ricordo…ahiahiahi primi segni di alzheimer.
Multipak: parola che non vuole entrarci in testa. Plastica, scatolette ma…non solo. Io avevo fatto ilo compito a casa e sono andata all’assemblea con il mio sacchettino della “rumenta” che non sapevo dove buttare. Sono stata brava, ho sbagliato solo la carta appiccicosa per togliere i pelucchi dagli abiti che va buttata nel secco. La parola magica, mi ha suggerito il dottor Nardella è “imballaggio”; tutto quello che contiene qualcosa per il 90% finisce nel multipak (involucro della crescenza, sacchetto delle caramelle, delle patatine, dei grissini..Rosti prendi nota, vanno nel multipack)
Ho chiesto se erano disponibili istruzioni multilingue e mi è stato risposto che a breve saranno messe sul sito della Cem Ambiente e successivamente anche i comuni avranno copie da distribuire sul territorio. Per il servizio del ritiro ingombranti a domicilio (attivabile chiamando il numero verde indicato sull’opuscolo), ci viene raccomandato di usarlo solo in caso di effettiva difficoltà a reperire un mezzo per conferire in discarica perché è pensato soprattutto per facilitare le persone anziane. Cem Ambiente attiverà il ritiro di volta in volta raggiunte le dodici chiamate nel raggio d’azione dei tre comuni dell’unione.
Forza e coraggio. 

martedì 26 gennaio 2016

Un decimo posto di tutto rispetto

GRAZIE AGLI AMICI, AGLI AMICI DEGLI AMICI, AI MICI, AI MOCI CHE CI HANNO AIUTATO CON I "MI PIACE". E GRAZIE A GIOVANNI, A GB, A ERMANNO CHE HANNO PENSATO E REALIZZATO IL PRESEPE. (e che lunedi ritireranno l'attestato a Lodi)



10. Parrocchia di Balbiano
Pubblicato da Il Cittadino di Lodi - Pagina ufficiale su Lunedì 25 gennaio 2016

domenica 10 gennaio 2016

Presepe di Balbiano

A quanti passeranno da qui da oggi a tutto il 18 gennaio 2016: potete darci una mano a votare il nostro presepe? Basta un Mi Piace alla foto nativa che trovate al link indicato nel post di FB. Grazie!

Cliccate sul link qui sotto che vi porta alla foto nativa del presepe di Balbiao e mettete MI PIACE sotto a quella foto...
Posted by Stria Di Balbiano on Giovedì 7 gennaio 2016

venerdì 8 gennaio 2016

E' il progresso


Vorrei non prendermela per queste cose, in fondo sono “solo” delle complicazioni cosa vuoi farci! Anzi, ti tieni in forma tanto ti manca poco per “mollare l’osso” e allora lì nel cappottino di legno ti faranno un baffo tutti questi “mezzucci da dozzina” che ti fanno venir voglia di tirare scarpate negli zigomi a chi li pensa. Dunque INPS non manderà più avvisi a chi deve fare RED o ICRIC o vattelapesca di certificati. L’onere della presentazione è a carico dell’utente e se prima due fogli di carta ti dicevano “caro pensionato, caro invalido, cara vedova/o devi fare il RED”, ora metti in conto ogni tanto di buttare la testa nel Caf: C’è niente per me? Devo fare qualcosa? Niente? ok, ripasso il mese prossimo. Oppure puoi consultare comodamente da casa il tuo Fascicolo previdenziale sul sito INPS dopo esserti munito di Pin …ma quello dispositivo perché quello normale non basta se vuoi inviare da solo il RED o l’ICRIC…. Stessa cosa se vuoi utilizzare il numero verde, Pin dispositivo. Sono d’accordo nel risparmio di carta ma se prima erano davvero sprechi  gli invii del CUD anche a chi non sapeva nemmeno cosa fosse, non ditemi che inviare una volta l’anno UNA lettera dove si chiede alla persona interessata di ATTIVARSI PER…RED o altro. Non tutti lo devono fare. In questo modo MOLTI si attiveranno per nulla (ma non è detto che se non lo devo fare questo anno l’anno dopo sia la stessa cosa perché ci sono una marea di varianti che bisogna stare sempre all’erta) e MOLTI non si attiveranno perché non vedendo arrivare il cartaceo non faranno nulla. E sarà un guaio…  
Qui la Circolare Inps n. 195 del 30/11/2015 con tutta la spiega del NUOVO RED SEMPLIFICATO



Quelle lunghe distese di campi non ancora contaminati dal cemento



Nel libro "Il prete e la politica" (vedi al minuto  10:47) c'è un pezzo di storia anche di Balbiano e Colturano. Don Giorgio ci ha fatto dono di tre copie: una per don Andrea, una per la signorina Antonietta Grazzani e una l'ho tenuta io (l'ho letta eh, don Giorgio!). La parte che riguarda il paese va letta assolutamente se non volete leggerlo tutto, ma per conoscere meglio don Giorgio, leggiamo, che non si fa peccato a leggere! Grazie anche per le copie di "Secondo l'ordine di Melchisedek"...
Proprio perchè mi sento in colpa d'averle avute gratis, faccio un po' di pubblicità. Grazie don Giorgio, buon anno anche a lei!
PS: don Giorgio, vedesse ora i campi "incontaminati" che fine hanno fatto!!