venerdì 4 marzo 2011

Consiglio Comunale del 1 marzo 2011

Non avevo molta voglia di uscire l'altra sera ma visto che gli ultimi due o tre consigli li ho saltati ho fatto uno sforzo. Presenti: 5 persone del pubblico, 2 impiegate comunali, presidente e direttore generale del Consorzio Acqua potabile. Assente giustificata consigliere Ventura. O.d.G. con commenti:
LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA PRECEDENTE. Approvato con l'astensione di Vallefuoco (era assente in quella seduta)

2. CONVENZIONE CON CAP HOLDING S.P.A. PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FOGNATURA. Il Presidente del CAP, Dottor Alessandro Ramazzotti siede al tavolo del consiglio ed illustra i prossimi interventi che il Consorzio affronterà sul nostro territorio. Il Consorzio gestirà tutta la rete idrica del comune che potrà così contare su risorse, tecnologie e gestione di sicuro vantaggio. In cantiere: collegamento della rete fognaria di Colturano con il depuratore di Dresano - Demolizione del vecchio depuratore - Collegamento entro 18 mesi alla rete fognaria della zona industriale di Colturano che ora non è collegata. Per quanto riguarda le tariffe dell'acqua potabile, ci sarà un "livellamento" per arrivare ad avere una tariffa unica per tutti i Comuni consorziati. Se aderendo al CAP si può dire di essere tranquilli dal punto di vista della privatizzazione dell'acqua, un ritocco alle tariffe penso dovremo metterlo in conto.
Prevista Casa dell'acqua in Colturano (via Papa Giovanni) - Approvato all'unanimità

3. AZIENDA SERVIZI SUD EST MILANO (A.S.S.E.MI.) – APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DEL CONTRATTO DI SERVIZIO TRA ASSEMI E IL COMUNE DI COLTURANO PER LA GESTIONE DEGLI INTERVENTI, DELLE PRESTAZIONI E DEI SERVIZI SOCIALI DA EROGARE SUL TERRITORIO ED AI RESIDENTI DEL COMUNE STESSO.  Importante ruolo svolto da Assemi (Azienda Sociale Sud Est Milano) nella gestione, fornitura ed organizzazione di servizi nell'ambito sociale, socio-sanitario e socio-educativo. Ne fanno parte i comuni di Comuni di Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, Melegnano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Zenone al Lambro e Vizzolo Predabissi. - Approvato all'unanimità.

4. DETERMINAZIONE ALIQUOTA I.C.I. ANNO 2011- Rimangono invaraite le aliquote ICI e quindi per il 2011 vengono riconfermate:
Aliquota ordinaria 7/°° -
Aliquota ridotta 4/°° per unità immobiliari date in comodato gratuito secondo quanto stabilisce art. 25/bis del regolamneto ICI comunale (comodato gratuito concesso a parenti in linea retta entro il 1° grado e cioè tra genitori-figli e viceversa naturalmente)
Aliquota ridotta 5/°° per le unità immobiliari locate con contratto registrato ad un soggetto residente che le utilizza come abitazione principale. (I  contratti di comodato gratuito registrati sono equiparati ai contratti d'affitto).
Aliquoa 7/°° per le abitazioni non locate.
Piccola parentesi mia: non so perchè sulla delibera pubblicata non vengono riportate le aliquote ma si dica " sono rimaste invariate rispetto all'anno scorso". Sareabbe utile che venissero riporate sempre. Chiusa parentesi  che vale però anche per la delibera che ho visto pubblicata relativa all'aliquota IRPEF del 2011; si dice che è rimasta invariata rispetto al 2010 ma non è specificato nulla. Era e rimane il 6/°°

5. APPROVAZIONE ELENCO ANNUALE OPERE PUBBLICHE 2011. APPROVAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE OPERE PUBBLICHE ANNI 2011-2013 – Art. 128 D.Lgs 163/2006 e D.M. Ministero Infrastrutture e Trasporti del 09/06/2005.  
2011-Prevista la pista ciclo pedonale con Mediglia (500.000 euro, in gran parte ancora da trovare la copertura con finanziamenti provinciali e/o regionali).
Centro giovanile - costo stimato 250.000 euro (sempre se si trova la copertura finanziaria)
2012 - 2° lotto dei lavori di via Vittorio Emanuele a Colturano (150.000 euro)
2013 - centro polifunzionale; costo stimato 300.000 euro (anche qui stesso discorso sulla copertura finanziaria).
Si "mettono in cantiere" (nel senso che se ne comincia a parlare e si cerca di accantonare gli euro sufficienti per iniziare a fare i progetti da presentare nelle varie sedi istituzionali per trovare questa benedetta copertura finanziaria). Approvato all'unanimità.

6. APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CON ALLEGATA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.
Omioddio, omioddio...saranno state 10 pagine di relazione. I sindaco si è scusato,d'accordo, ma è stato veramente pesante sopportarne la lettura. Forse si poteva sintetizzare il pensiero politico (che sempre accompagna la relazione ed è anzi, la sua parte fondante) ma accidenti, qui si è quasi portato tutto all'eccesso e nel proseguo della serata questa relazione ha sortito quasi un effetto boomerang che la minoranza non si è lasciata scappare. Tutta la relazione era cadenzata dal ritmo dei tagli statali verso gli enti locali, dalla situazione di crisi economica ecc. Tutto sacrosanto ma poi c'è stato l'intervento dell'assessore  al Bilancio che ha presentato una situazione tutto sommato "buona", se questo è un termine che può calzare per un bilancio. Barbato non si è fatto certo sfuggire l'occasione: "ma come, allora non è vero che non ci sono i soldi, che la situazione è così grave, quando si chiedono i soldi arrivano". "Il bilancio è buono perchè siamo stati oculati"...e via di questo passo. A battibecco finito si danno altri numeri : l'unica fonte certa di introiti per il comune sono i soldi per le urbanizzazioni della zona così detta del T1 a Colturano ma con i chiari di luna nel campo delle vendite immobiliari sarà molto difficile che si riesca ad incassarli nel 2011 se ancora non si vedono lavori in corso. E' triste pensare che per "fare cassa" serve il cemento. Quindi le buone intenzioni ci sono (centro giovanile, nuove installazioni di videosorveglianza...) vediamo se arrivano i soldi.
Vallefuoco chiede spiegazioni sul mancato introito, da lui stimato in 5.000 euro, per errata gestione utilizzo palestra comunale. Vallefuoco sostiene che, per agevolare una società di Volley locale (Vizzolo Volley) che si era proposta di formare una squadra di pallavolo del Comune di Colturano, si erano rifiutate altre richieste di società sportive. Vallefuoco sostiene che il calendario delle attività ha subito un cambiamento di orari proprio per agevolare la Vizzolo Volley. Alcune società si sono viste spostare le attività ad orari improbabili (danza dalle 22 alle 24 per esempio) con conseguente mancanza di iscrizioni. nel frattempo la Vizzolo Volley, avendo avuto solo 5 adesioni, ha rinunciato all'attività. Da tutte queste cose concatenate è scaturito il presunto buco di introiti. Il vicesindaco Zambon dice che alcune ore scoperte sono state assegnate al altri e che non si può parlare di "mancati introiti" perchè tutto è stato fatto pensando di fare una cosa giusta per il paese e se poi le cose sono andate male, sono cause di forza maggiore. 
Il nuovo gestore dello smaltimento dei rifiuti sarà l'ATI (Associazione Temporanea d'Impresa) Sangalli-Sangermano.
Approvato all'unanimità  (con la puntualizzazione fatta da Barbato di cui ho detto sopra).

7. "MOZIONE SULLA SICUREZZA" PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE MISTO - prot. 4789.
Alla mozione dello  scorso novembre il Sindaco risponde solo ora perchè Vallefuoco era assente la scorsa volta. Il Sindaco esordisce dicendo che organi di stampa hanno riportato dati parziali (si riferisce forse all'articolo di Cuti?). E qui comincio a perdermi.... Dunque, si dice che i dati della stampa sono dati parziali, ma quali? quelli dei furti? e perchè il Sindaco è così contrariato? nell'articolo dice che Colturano la situazione non è così grave come sembra e infatti, dati della Prefettura alla mano, ribadisce che gli atti criminosi (non so come chiamarli, li chiamo come si vede sul sito della Prefettura) sono in diminuzione:
nel 2009 del 2% rispetto al 2008
nel 2010 del 3% rispetto al 2009 (dati provvisori)
"Oggi i dati supportano l'evidenza che quanto messo in atto ha dato i suoi risultati" , e legge uno stralcio dall'Olmo di dicembre:


Il Sindaco dice che non ha l'autorizzazione a rendere pubblici i dati della Prefettura (credo si riferisca a quelli del nostro Comune ovviamente). Ne deduco che la colpa di queste percentuali in ribasso è solo colpa nostra che non denunciamo i furti o i tentativi di furto o altri atti non meglio qualificabili.
Vallefuoco apre la discussione dicendo che non è per niente soddisfatto della risposta, che richiedeva, secondo lui, più concretezza di quanto esposto dal Sindaco e chiede un incontro con la cittadinanza.
Barbato propone una Commissione sicurezza  che viene bocciata da Dosi: le forze dell'ordine sono preposte alla sicurezza e nessun altro. Come amministrazione comunale dobbiamo chiedere con forza che il sistema centrale non continui a tagliare fondi alle forze dell'ordine. Il cittadino va sensibilizzato a fare le nenunce, semmai.
Soldà invita ad un raffronto con gli altri sindaci. Barbato e Zampieri suggeriscono di far stampare una sorta di vademecum per i cittadini con le prime informazioni utili in caso di furto (chi chiamare, come fare la denuncia ecc). Insomma, alla fine della fiera, siamo partiti con dei dati che davano la criminalità in diminuzione e abbiamo sostenuto un discorso tutto incentrato su come contrastare il fenomeno e tranquillizzare i cittadini.

COMUNICAZIONI DEL SINDACO.
Verranno tagliate alcune corse del trasporto pubblico nei giornifestivi.
Il Progetto definitivo della Tangenziale Est Esterna è stato pubblicato e c'è tempo, mi pare, fine a fine marzo per presentare pareri/osservazioni.

Post aggiornato l'8 marzo 2011

Nessun commento:

Posta un commento