martedì 25 gennaio 2011

L'esame di italiano? facciamolo fare a chi dico io

Voi non mi vedete ma sto scuotendo la testa come a dire: ma davvero siamo in Italia? Ma davvero la gente ragiona in un modo e scrive in un altro? Ma davvero si fanno le leggi e si mettono in moto dei meccanismi da cui nemmeno Giobbe con la sua pazienza saprebbe uscirne? E basta, BASTA! Devo spiegare e scusate se la cosa vi sembrerà ostica ma chiedete al nonno l’ultimo documento ricevuto dall’INPS, leggetelo e capirete.
Allora, antefatto: due persone anziane, titolari di pensione di accompagnamento, si fanno vive e mi mettono in mano, il modello Obis M per l’anno 2011 (ti dicono cosa prenderai di pensione con tutti i dettagli del caso). Allegata c'è questa lettera:

Ingrandite e leggete per favore, cosa capite? Che bisogna comunicare se ATTUALMENTE sono ricoverato presso qualche istituto a titolo gratuito. Vedete da qualche parte l’anno di riferimento? No. Dico a tutte e due le persone che non si deve comunicare nulla, visto che attualmente sono entrambe a casa loro e che per sicurezza mi sarei informata. Scrivo ad una amica che lavora presso un patronato la quale mi risponde che sì, c’è questa novità ma che stanno aspettando programmi e chiarimenti. Scrivo alla Sede INPS più vicina la quale a sua volta gira la mia mail alla sede di Milano di competenza. Ecco il testo di risposta ricevuto poco fa:
La dichiarazione va presentata proprio per l'anno 2010 e gli eventuali primi tre mesi del 2011 altrimenti la dichiarazione sarebbe sempre e solo per il primo trimestre. Distinti saluti – Il funzionario


Cosa cosa cosa? Per l’anno 2010? E dove è scritto? DOVE? “PROPRIO” per l’anno 2010? Rispondo alla mail:
Per la Pubblica Amministrazione sarà tutto chiaro e normale e saremo noi utenti ad avere le idee confuse MA PROPRIO NON CAPISCO perché NELLA LETTERA NON VIENE SPECIFICATA DA NESSUNA PARTE QUESTA COSA. Ci rendiamo conto che stiamo scrivendo a persone di 70/80 e magari 90 anni? Chiediamo l'esame di italiano agli extracomunitari e non sappiamo scrivere una comunicazione CHIARA? Anzi dirò di più, la lettera è subdolamente ingannevole. Non è possibile complicare la vita alle persone in questo modo.
Vi ringrazio per l'interessamento e la pronta risposta che mi ha lasciata, come avrete capito, alquanto basita. Mi scuso per lo sfogo.Buon lavoro

Ma se la dichiarazione è relativa al 2010 perché non fare in modo che le cose siano automatiche? Vieni ricoverato? Ok, l’ospedale o il centro o chi cavolo sia, manda la segnalazione all’INPS: Tizio è stato qui dal al, punto.
Andiamo su marte! Siamo nel terzo millennio!

Nessun commento:

Posta un commento