lunedì 27 dicembre 2010

Non ho titolo, fate voi

Natale è passato e così anche la mia ansia “da festività”, che viene da lontano. Ho trascorso tutta la sera, adesso sono le 0.29 del 27 dicembre, a tagliare e incollare foto per la QC. Spero di finire entro domani  pomeriggio (domani? oggi pomeriggio) perché poi non avrò più tempo da dedicarle e gennaio è vicino e il prete dice "ha finito?" e no che non ho finito se mi mandate i files il 23 dicembre.  Gennaio 2011 azz, si avvicinano i ciiiiinqqqqqquannnnntaaaaasssseeeetteeee che detti così si confondono e non si capisce quanti sono…forse. Va bene mettiamoli al lotto : 20 11 57 su Bari, perché l’unica volta che ho giocato al lotto ho vinto con questa ruota . Io non li gioco quindi…usciranno. Ahahaha. (la canzone linkata è del 1954! guarda che coincideeenza...io un eurino lo giocherei...ahahah)

Allora finiamo l’anno con due “bilanci”: uno lo prendo dal giornalino della nostra Amministrazione ; una tabella che evidenzia i tagli alle entrate degli enti locali (dal 2008 al 2010) e le previsioni per i prossimi anni. Un'ecatombe.

Chiudo poi il post con una bella lettera scritta dal Sindaco di Vizzolo Predabissi ai suoi concittadini. Mi piace perché riconosce nel Natale "cio che non è di Cesare". Mi piace perchè chiama tutti alla corresponsabilità nell'avventura di vivere. Non ricordo di aver letto una lettera di un “primo cittadino” che assomigliasse anche vagamente a questa. Mi piace. Eccola

AUGURI DI NATALE AI CITTADINI - Vizzolo Predabissi, 20 dicembre 2010
Buon Natale!
Riconoscendo che il S. Natale è, prima di tutto una festa religiosa del Cristianesimo e, non volendo appropriarmi di ciò che ‘non è di Cesare´, come Sindaco di Vizzolo Predabissi, quindi come autorità per tutti i Vizzolesi, certamente di fede e confessioni diverse in un mondo ormai multietnico e quindi multi religioso, cogliendo questa radice religiosa vorrei riprenderla per condividere ciò che unisce le persone, promuove e consolida le comunità.
La Natività rappresenta per i Cristiani, la condivisione di un Dio che si fa compagno di viaggio dell´umanità, alla quale indica la via per sua promozione, anche individuale, che passa necessariamente dalla condivisione, dalla compassione, dall´Appassionarsi, dal ‘Farsi Prossimo´, come ci ha mirabilmente suggerito il Cardinale Carlo Maria Martini.
Conscio di ciò e dovendo necessariamente condividere con i nostri concittadini queste difficoltà, gli auguri di Buon Natale assumono un significato diverso dalla routine che aveva trasformato questo, in un atto molto formale che spesso passava nell´indifferenza, se non persino incluso dal circuito del consumismo che, per il profitto snatura e manipola anche l´origine religiosa della Festa.
A maggior ragione quindi, l´augurio di una Nuova Nascita, Buon Natale, porta con se la rigenerazione della Speranza; l´augurio che è possibile ricominciare se riapprendiamo la necessità della condivisione, il senso di appartenenza ad una Comunità che supera ed abbatte gli individualismi.
Se assumiamo piena consapevolezza che la nostra parte, pur piccola che sia, è fondamentale per il Bene Comune di tutti e di ognuno; la consapevolezza di una oggettiva corresponsabilità nella Costruzione della Città comune. Questo Augurio, vuole uscire dai canoni della consuetudine e dai formalismi, perché tutti siamo comunque autori ed attori del nostro futuro, carichi di responsabilità, ma anche della ricchezza del ruolo ad ognuno di noi implicitamente assegnato dalla vita stessa.
E´ con grande calore e passione quindi, che rivolgo ai Cittadini, non solo di Vizzolo ma a tutti i ‘Cittadini del Mondo´, il più fervido e partecipato augurio di Buon Natale! Buon Natale e Sereno 2011.
Il Sindaco
Mario Mazza

1 commento:

  1. Contraccambio gli Auguri, in ritardo perdonami.
    Ciao Vanda

    RispondiElimina