giovedì 18 marzo 2010

Le sconcezze viste oggi


Sono reduce da una mezz'ora di navigazione in un sito di video chat molto gettonato sul web in questo ultimo periodo (non mi va nemmeno di nominarlo ma basta fare qualche cliccata e capirete di cosa parlo). Siccome mi piace curiosare ovunque per non avere notizie di seconda mano, anche questa volta ho sperimentato....Bene, chiamiamolo gioco anche se in realtà è una sconcezza che non ha eguali come credo molte altre sul web. Ne parlo perchè genitori e nonni e fratelli abbiano l'accortezza di prendere provvedimenti se in casa ci sono bambini cha hanno accesso al pc senza limitazioni e/o controllo. Non sono scandalizzata per aver visto comparire di punto in bianco sul mio schermo quasi esclusivamente parti anatomiche maschili (e anche non), sono scandalizzata perchè qualsiasi bambino può fare quello che ho fatto io e vedere quello che ho visto io con tre semplici clic. Non che le chat diciamo "normali" non nascondano insidie ma questa è davvero una cosa vomitevole. Ci si accede senza registrazioni, senza filtri, con una semplice web-cam e in un minuto sei parte di un gioco dove tanti sconosciuti, semplicemente in base alla sorte, possono ritrovarsi faccia a faccia sullo schermo. Di facce ne ho viste poche... vi lascio immaginare che parola potrei scrivere al posto di faccia

2 commenti:

  1. Cara Daniela,
    comprendo perfettamente quanto scrivi e tu sai che da anni mi batto su questi temi. Sensibilizzare i genitori sull' educazione all' uso di internet. Proprio l' altra sera in commissione biblioteca proponevamo con il consigliere Emma Ventura ed Ilaria Piu e lo staff della biblioteca uno o piu' incontr per genitori e figli sulla psicologia ed uso cosciente di internet. A breve ti aggiorneremo.
    Un caro saluto
    Massimiliano Vallefuoco

    RispondiElimina
  2. Non posso che approvare l'iniziativa. Sai già che la stria ci sarà

    RispondiElimina