mercoledì 17 marzo 2010

La rana dalla bocca larga


O caspita! mi aspettavo quattro gatti (in verità con la presenza di  GB, avevamo anche loro!) e invece eravamo metà di mille ieri sera al corso di Lettura ad alta voce. La nostra insegnante è Adriana Milani . Fatte le presentazioni si parte con la "rottura del ghiaccio" (Ci sono molte insegnanti e poi mamme, nonne, due uomini  tra i quali abbiamo detto anche GB appunto che vuole sperimentare la lettura per un suo progetto professionale. Adriana ci ha detto di coccolarli perchè è rarissima la presenza di uomini in questi corsi). A turno ci alziamo e spalancando al massimo la bocca spariamo una A al massimo della nostra potenza, almeno, questo ci è stato detto di fare. "Guardate il muro, pensate di avere un sorriso proprio lì in gola, non piegate la pesta in alto, non piegatela in basso, fate partire la vostra voce come se dovesse arrivare a Melegnano". Facile eh? proprio per niente. Dalla palestra di sotto dopo circa dieci minuti di queste urla, si affaccia Emauele e chiede "Tutto bene? abbiamo sentito dei suoni ma non capivamo cosa fossero". Tutto a posto, sono i nostri tentativi di lanciare questa benedetta A nell'aria. Dalla borsa di Adriana escono dei libri per bambini. Bene, e che sarà mai? qui ci troviamo a nostro agio. Ve lo saprò dire quando sarà il mio turno. Intanto ho ascoltato i suggerimenti dati alle volontarie che ieri sera si sono esibite al leggio. Cosa?-  Ehh? non ho sentito - la tua voce deve arrivare anche là in fondo - come ti immagini questa mamma?  - e a questo dottore che accento daresti? - francese? tedesco?  - perchè non fai il verso del maiale? - qui ci vuole una pausa, devi dare il tempo ai bambini di anticipare la tua battuta - dovete fare pochi gesti e quando sceglite di farli devono essere ampi, rivolti al pubblico - ti sembra la voce di un lupo cattivo? riprova.  Insomma è stato tutto molto interessante, una cosa nuova che mi incuriosisce. Abbiamo anche un esercizio da fare a casa: prendere fiato e con voce alta (sempre sparandola a Melegnano), spalancare la bocca alla massima potenza e pronunciare queste parole SOOOONOOOO LAAA RAAAANAAAA DAAAALLAAAAA BOOOOCCAAAA LAAAARGAAAA. Dove vado a fare questo esercizio, mi prendono per matta se mi metto a urlare in casa. prendo la bici e vado in campagna!
In attesa della seconda lezione non vedo l'ora che venga domani pomeriggio: Milano, Palazzo Reale ore 18, Goya e il mondo moderno che si inaugura oggi (vediamo se sarà possibile organizzare un' uscita di gruppo). Domenica pomeriggio con un bel gruppo di 22 persone saremo alla Biblioteca Ambrosiana per l'uscita organizzata con Proquartiano, Biblioteca a Proloco

Nessun commento:

Posta un commento