giovedì 18 marzo 2010

E alla fine....Goya

Stanca ma soddisfatta. Goya e il mondo moderno - 180 opere tra dipinti, disegni e incisioni. Le incisioni sono favolose e quando mi sono trovata ad abbassare gli occhiali per guardarle meglio, a pochi centimetri da tanta maestria, mi sono ritrovata catapultata indietro nel tempo; mostra sempre a Palazzo Reale, protagonista Picasso, stanza dedicata alle chine (sì mi pare fossero dipinti in china su cartone) del ciclo della Tauromachia. Questa mostra su Goya è suddivisa in 5 sezioni e in ogni sezione l'opera di Goya diventa punto di origine da cui altri artisti svilupperanno o medieranno le loro opere. Goya precursore dell'arte contemporanea per cui Picasso, Mirò, Guttuso, Pollok e tanti altri ancora, sono lì a testimoniare questa contaminazione. Insomma anche oggi un tuffo nel bello che fa sempre bene.
Naturalmente visita d'obbligo in Duomo (che bella la luce delle candele di cera davanti agli altari!) che per l'occasione del IV centenario della canonizzazione di San Carlo Borromeo aveva ancora tutti i quadroni e i teleri esposti (non vorrei sbagliare ricorrenza, mi pareva quella).

Nessun commento:

Posta un commento