martedì 2 febbraio 2010

...appunto....

Il buongiorno si vede dal mattino. Ieri ho chiuso la giornata dicendo che questa settimana mi sarei riposata. Ore 7,15 di questa mattina: dalla cucina arriva il suono di un SMS. Guai in vista già la mattina presto. Mia figlia mi avvisa che è piena di bolle rosse e gonfie. Ha chiamato la guardia medica ma tra mezz'ora il suo caso sarà di competenza del medico di famiglia perciò è stata tranquillizzata e invitata a rivolgersi al proprio medico. E intanto io  mi riposo? Armi e bagagli, pronti e via. La mia giornata potremmo chiamarla così: dalle 8 alle 8. Meno male che il piccolino oggi ha deciso che avrebbe interpretato la parte dell'angioletto così la mamma è andata dal medico e la nonna ha potuto fare quattro faccende. Non è stato facile capire cosa sia successo a mia figlia, anzi, non si è capito proprio; potrebbe essere una reazione all'antibiotico che sta prendendo da 5 giorni o a qualche alimento. In fatto è che sta allattando e quindi c'è stato un giro di telefonate in ospedale qui a Vizzolo (ma non si trovava l'allergologo) e a Bergamo dove finalmente le hanno dato l'ok per un medicinale che fosse compatibile con l'allattamento. Si sono raccomandati di tenere sotto controllo le chiazze e se dovessero peggiorare nell'arco della notte, di andare subito in ospedale. Un inizio anno niente male, non ci facciamo mancare niente.
Meno male che questo mese abbiamo chiuso il giornalino parrocchiale in anticipo altrimenti mi sarebbe venuta una sincope in questi giorni. Da questo post ho tratto la pagina che vedete qui sotto pubblicata appunto sul giornalino dove vi segnalo una bella pagina di Carlo ( pag 12) e le pagine di storia locale "Quelli prima di me" a pag 20/21.
qc_feb2010_pag19

Nessun commento:

Posta un commento