sabato 10 ottobre 2009

Vi aspettiamo


Domani è il giorno della nostra Sagra, è la festa della Madonna del santo Rosario. Il programma dettagliato lo troviamo qui. Durante il pomeriggio la Proloco Colturano farà la sua uscita ufficiale; niente di particolare per il momento, siamo alle presentazioni e alla fase di pre-adesione.
Intanto, se avete intenzione di fare un salto in oratorio (tutta la festa è concentrata lì) buttate la testa nel salone per dare un'occhiata alla mostra LITURGIA  E DEVOZIONE (testi e oggetti della parrocchia e da  collezioni private). Già siete terrorizzati dal titolo, lo vedo e invece fate male; ci sono esposti dei pezzi di tutto rispetto ed è pieno di cartellini con le spiegazioni. Don Paolo ci tiene a dare un tocco "culturale" alla sagra e anche quest'anno siamo riusciti a "buttarla in piedi". Sì perchè lui ha le idee, procura la materia prima ma poi bisogna allestire tutto e qui meno male che c'è Maddalena che non ha un bilocale, no, ha un maniero pieno di carta, cartoncini, nastri, pastelli, buste trasparenti, insomma, tutto quello che serve, c'è. Dal baule della dota di mio marito abbiamo attinto per le coperture dei tavoli e insomma, non è venuta male, come dice Chiambretti, solo per numeri uno. Per due giorni ho ripetuto stauroteca , stauroteca, stauroteca  perchè non riuscivo a memorizzare. E' una cosa strana, non l'avevo mai vista, adesso se mi capita nel Bartezzaghi, non mi frega. Oggi pomeriggio abbiamo lavorato con questo sottofondo musicale. Don Paolo l'ha cantata per due giorni e si ostinava a dire che era di Battiato. Appurato che è di Endrigo ce la siamo sparata per tutto il pomeriggio. La versione di battiato è bellissima! Non riesco a togliermela dalla testa, adesso ho ascoltato la versione cantata dall'autore . Canzoni che cambiano pelle e che comunque riescono ad emozionare ancora nonostante l'età. ( La loro età non la mia, che poi, in fondo, è la stessa cosa, siamo vecchie uguale!). Vado a togliere la torta dal forno; è una torta a sorpresa, non ho controllato e non avevo più cioccolato fondente. Anche i numeri uno hanno i loro vizi...

*foto: uno degli oggetti devozionali in mostra

Nessun commento:

Posta un commento