martedì 29 settembre 2009

E bla bla bla, e bla bla bla...



Potevamo sperare che una progetto così potesse realizzarsi? E sì, ci speravamo perchè era l'unica soluzione per cercare di collegare senza pericolo i due troconi del paese. Ne avevo parlato in questo post e in questo.  Ma....le elezioni sono finite, è cambiato il "padron de la melunèra" , quello nuovo ha trovato il solito buco, e...bisogna stringere il cordone, e noi restiamo con un palmo di naso, abbindolati ancora una volta dagli incantatori di serpenti. Il risultato è questo :
"C’è una cosa che in questo scenario di chiara difficoltà economica non possiamo proprio pensare di mettere in cima all’agenda - espone il collega di Squeri - ed è il sovrappasso ciclopedonale sulla Cerca a Colturano. Lì si trattava evidentemente di un discorso embrionale, ipotetico, che avrebbe comunque atteso molti anni: non è per il domani" (qui trovate l'intero articolo pubblicato su "Il Cittadino" di oggi).

6 commenti:

  1. Ho appena inviato al direttore del Il cittadino il seguente commento:

    Egregio direttore,
    mi chiamo Guerriero Alongi, ed abito a Colturano.
    Ho letto l’articolo”Sudmilano, ecco tutte le opere a rischio” del 29 u.s.
    Non ho elementi per entrare nel merito delle varie questioni. Ciò che mi ha colpito è la “assoluta sicurezza ” con cui il sig. Squeri porta avanti le sue tesi con qualche punta di arroganza dialettica cavalcando , mi perdoni lo squallore della definizione, un malcelato “ponziopilatismo” tipico dei politici d’oggi.
    “..ma il piano delle opere pubbliche non lo faccio solo io…..”,”…quaranta milioni di cuneo negativo lasciati dalla gestione precedente..”,”…non credo di dover rispondere del mancato rispetto dei lavori pianificati fino a giugno..””… è un problema di chi ci ha preceduti…” “…se nella primavera non sono state avviate opere già decise, la ragione andrebbe chiesta a chi ha avuto la responsabilità amministrative sino alla primavera….””..non dovete più chiedere alla Provincia, ma alla TEM…” .Tutto questo ripetere lo stesso concetto oltre che noioso è tipico di chi vuole deresponsabilizzarsi ,il che non è una “bella cosa” per un amministratore pubblico serio. Io sono certo che il Sig.Squeri e il suo collega De Nicola hanno perfettamente ragione, come sono certo che i personaggi equivalenti della precedente amministrazione Penati avranno mille ragioni per giustificare l’attuale situazione ammesso e non concesso che essa corrisponda a realtà dei fatti. Siamo alle solite: in questo strano paese che è l’Italia non si sa mai la vera verità. Il Sig,Squeri parla di “..paure ingiustificate fra gli amministratori del Sudmilano….”Perchè mai dovrebbero avere paura, proprio non lo so. Semmai dovrebbero essere arrabbiati o forse neanche…”. E ancora,nell’articolo si afferma che”il sovrapasso ciclopedonale della Cerca a Colturano era un discorso embrionale ipotetico che avrebbe comunque atteso molti anni…”E’ la prima volta che leggo di un qualcosa di embrionale addirittura ipotetico; incredibile. Ma allora,l’ufficio provinciale MiBici che cosa ha progettato? Ma allora il Sindaco di Colturano, l’assessore provinciale alla politica del territorio, il vice sindaco di Dresano di cosa hanno parlato con i cittadini nell’aprile di quest’anno? Ma si,forse è stata tutta una burla elettorale.
    E’ proprio uno strano paese il nostro ed io mi sento così lontano da questa genia di amministratori della cosa pubblica.
    Cordialmente
    Guerriero Alongi

    Chissà se lo pubblicherà.
    Ciao
    guerriero

    RispondiElimina
  2. Cari Blogger,
    innanzitutto vi saluto facendo i complimenti a Daniela per l'ottimo blog e per la costanza e l'impegno che l'ha portata a risultati così belli. In merito all'argomento vorrei, da ex amministratore assolutamente non pentito e tornato con enorme soddisfazione a fare il papà ed il suo lavoro di medico, dire a Guerriero che la mia delusione su questi argomenti è enorme. Una cosa che la mia esperienza mi ha insegnato è che non importa se un progetto è valido per la comunità, importa se la proposta arriva ed è destinata ad una parte "amica". Questo atteggiamento purtroppo è il medesimo da una parte e dall'altra.
    Se la provincia è schierata da una parte previlegerà progetti della sua parte e viceversa. Per cui cari amici aspettiamoci purtroppo un periodo di vacche magre. Mi toccherà rischiare ancora la vita nell'atraversamento della rotonda durante la mia amatissima corsa.
    Un saluto
    Carlo Meloni
    PS
    ma quando nasce "a creatura"?

    RispondiElimina
  3. Grazie Carlo.
    Purtroppo, purtroppo, purtroppo è come dici tu.
    A criatura è alla 36esima settimana, indi per cui....tra poch l'è chi!

    RispondiElimina
  4. Caro Carlo,
    ti ringrazio per il tuo commento. Conosco bene le dinamiche che regolano le decisioni politiche e non mi scandalizzo. Ciò che invece non sopporto non è tanto l’arroganza dei nostri amministratori ,quanto il fatto che non hanno più neanche il pudore di mitigarla ma la ostentano spudoratamente pensando che noi,uomini e donne della strada ,ci lasciamo incantare. Quanto poco sanno di noi ! E ancora,non sopporto il nostro silenzio rispetto a certi accadimenti e comportamenti convinti come siamo che “tanto le cose non cambiano mai”.Personalmente considero questa motivazione come una sorta di alibi per la nostra mancanza di coraggio ammesso che di coraggio si possa parlare. Ma che senso ha ingabbiare le nostre idee,quanto invece è così bello esprimerle liberamente nel rispetto,ovviamente, di quelle altrui.
    E invece….
    Cordialmente
    Guerrriero Alongi

    RispondiElimina
  5. Caro Guerriero,
    perdona la mia "apatia" su certi argomenti ma dopo 5 anni di consigli comunali spesi a volte combattere come Don Chisciotte con i Mulini a vento del mio entusiasmo iniziale ne è rimasto ben poco. Ma certamente apprezzo persone come te che hanno lo spirito intatto per indignarsi e tenere alta la guardia. Io devo forse solo "disintossicarmi" da tutto quello che ho vissuto e magari fra un pò di tempo sarò ancora pronto a reagire.
    Intanto comunque teniamo tutti gli occhi ben aperti.
    Un caro saluto
    CM
    PS
    So che la parola cuore ci accomuna....a disposizione per qualsiasi cosa in merito.

    RispondiElimina