lunedì 3 agosto 2009

Il prete antipremier

E' proprio don Giorgio de Capitani, parroco per qualche mese di Balbiano e Colturano nel 1983, il prete atipremier di cui anche oggi si parla sulle pagine de Il Corriere della Sera (l'articolo penso sarà disponibile in rete domani)e in TV.
Qui c'è il primo articolo del Corsera cui ha fatto seguito quello di oggi.
Anche se la sua permanenza tra noi è stata breve, c'è chi lo ricorda come un "innovatore". Un progetto-esempio: fare della "Casa della divina provvidenza" una casa di riposo per gli anziani del paese. Io non l'ho conosciuto ma scorrendo il suo sito si capisce subito di che pasta è fatto! Tempo fa ho raccolto uno stralcio di alcune sue riflessioni (che lui chiama " Il prete e la politica") in cui parla anche del periodo in cui è stato nostro parroco. Le trovate qui (sul suo sito sono difficilmente rintracciabili). Ne esce un piccolo spaccato di quegli anni che è anche interessante leggere. Eh, un bel peperino che non le manda a dire ma dal pulpito lancia i suoi strali tanto che il viceministro Roberto Castelli chiede una "condanna dalla Chiesa e l'intervento del cardinale Tettamanzi". Urca vè.

Nessun commento:

Posta un commento