venerdì 13 marzo 2009

El Gabon de Arcagna


Dalle “Lettere & opinioni” pubblicate oggi si “Il Cittadino”

“GABON”
Ad Arcagna un gesto ignobile
Caro direttore, esprimo il mio sentimento di plauso alla notizia messa da lei con risalto nella prima pagina del quotidiano «Il Cittadino » di lunedì 9 marzo riguardo l’immagine della Madonna di Arcagna, strappata dal secolare olmo (el gabon) e gettata in un fosso da ignoti vandali nella notte tra venerdì e sabato trascorso, vicino ala festa della donna dell’8 marzo, con la quale ha inteso manifestare lo sdegno e il rammarico di tanti devoti per il gesto sacrilego che servirà ad accrescer l’afflusso dei fedeli al Santuario, particolarmente
attorno alla data del ritrovamento (26 aprile 1649) del miracoloso affresco durante l’aratura del campo vicino e ora custodito e venerato nel Santuario. Questo gesto mi ricorda altri gesti ignobili compiuti ai danni di immagini mariane attorno alla data dell’8 marzo. A Casalpusterlengo, diversi anni fa, era stata imbrattata con vernice nera l’immagine della Madonna dei Cappuccini sopra una lapide lungo il viale del Santuario, poi fatta ripulire dal parroco di allora, padre Sergio Caglio, e sfregiati i muri e imbrattato i cancelli dellaMadonna del Fontanone ad Ospedaletto Lodigiano,poi restaurati per iniziativa del parroco don Michele Bassanetti.
Don Gianmario Galmozzi
*La foto è mia, dell'agosto 2008, scattata proprio al Gabon, dove ci siamo fermati a bere e a mandare, magari in silenzio, una preghiera alla Madonna.

Nessun commento:

Posta un commento