sabato 28 marzo 2009

Colturano - Sovrappasso ciclabile

da "Il Cittadino" di oggi:
Colturano - È uno degli attraversamenti più rischiosi, stanziati 830mila euro per lo studio di fattibilità - Due sovrappassi per le biciclette
La rotonda spezza la ciclopedonale, la Provincia interviene


Due sovrappassi ciclopedonali per vincere il “nodo” di auto alla rotatoria delle Quattro Strade a Colturano. Nei giorni scorsi dalla Provincia di Milano, per iniziativa dell’assessorato alla mobilità ciclabile e poi con l’approvazione in giunta, è arrivata la ricetta che forse nel futuro prossimo renderà davvero accessibile a pedoni e biciclette uno dei punti del Sudmilano dove le auto la fanno più che mai da padrone, e dove due monconi di pista ciclopedonale si guardano senza comunicare da lati opposti: l’intersezione fra la provinciale 39, la Cerca, e la 159 Sordio-Bettola al confine fra le municipalità di Mediglia e Colturano.(leggi tutto..)

giovedì 26 marzo 2009

Balbiano- senso unico sulla Piazza

Ieri hanno fatto la comparsa i cartelli di senso unico e divieto di sosta. La Piazza è transitabile sono per chi proviene dal Comunello o dal cimitero ed è stato istituito il divieto di sosta su tutta la piazza.




mercoledì 25 marzo 2009

Balbiano e Colturano su Google Street View


Da qualche giorno anche Balbiano, Colturano e molti altri centri della periferia milanese sono raggiunti dal servizio di Google Street View con il quale è possibile effettuare un tour tra le vie. Questa estate, rincasando di pomeriggio, ci eravamo trovati proprio dietro alla macchina di Google che effettuava le riprese.

lunedì 23 marzo 2009

E' duro tirare la carretta

Eccoli lì, Stefania e Luigi, sotto il gazebo delle ACLI di Melegnano (di cui fanno parte). Due ex colleghi e cari amici che di questi tempi devono vedersela con i gravi problemi dell'occupazione come è riportato dall'articolo odierno de "Il Cittadino" (..leggi tutto).
Bisogna dare risalto anche alle iniziative delle due diocesi di Milano e Lodi che hanno istituito specifici fondi per chi si triova in difficoltà a causa della perdita di lavoro.
Sui siti delle diocesi sono ampliamente spiegate le modalità per versare i fondi mentre non è, a parer mio, altrettanto chiaro come fare a segnalare le proprie difficoltà ed avere aiuto. Dove sono presenti le Caritas parrocchiali basterà rivolgersi lì oppure far riferimento ai parroci. Credo che anche le assitenti sociali dei comuni debbano tener presente che esiste anche quaesta possibilità e attivarsi per rendere possibile ogni aiuto.
Diocesi di Lodi - Fondo di solidarietà per le famiglie
Diocesi di Milano - Fondo Famiglia Lavoro
La diocesi di Milano ha pubblicato anche l' elenco dei centri di ascolto dove è possibile rivolgersi in caso di necessità.

martedì 17 marzo 2009

Gassificatore a Mediglia - 4

Ecco come inizia il testo di una delibera di Giunta del nostro Comune in merito al gassificatore di Mediglia:

In merito all’oggetto, l’amministrazione del comune di Colturano (limitrofo al Comune di Mediglia) venuta a conoscenza tramite stampa, della proposta depositata dalla ditta Mediglia Servizi Ecologici S.p.A, per la realizzazione di un impianto di gassificazione pirolitica della frazione secca dei rifiuti solidi urbani (RSU), in aggiunta all’impianto di tritovagliatura e compostaggio già approvato nel 2006 e, letta la relazione descrittiva, rileva che: ...(leggi tutto)

Interrogativi legittimi e inquietanti che ci pongono di fronte ad una realtà, quella dei rifiuti, che diventerà un grave problema davvero se non sapremo "convertirci" ad uno stile di vita improntato al "rifiuto zero".

“L'incenerimento converte tre tonnellate di spazzatura in una tonnellata di ceneri tossiche, mentre la strategia rifiuti zero converte tre tonnellate di rifiuti in una tonnellata di risorse compostabili e una tonnellata di educazione"
Qui una posizione dal sito "Cristiani per l'ambiente" che non condivido ma che cito solo per contrapporla alla prima parte del post, quella che il sito definirebbe "catastrofista". A me sembra una realtà che ci è già sfuggita di mano.

domenica 15 marzo 2009

Stanchi ma contenti


Il mercatino Brùti e Bèi di Quartiano ha chiuso i battenti. Siamo tornati alle 8 di questa sera; ho cucinato le scaloppine, ho lavato i piatti e ho scaricato le foto di oggi. Per me era la mia "prima volta" al mercatino e devo dire che è stata abbastanza stancante ma sono contenta di averlo fatto. L'aneddoto curioso che ho raccontato anche a chi mi capitava sotto tiro oggi è che un signore di Crema, questa mattina, ha fatto un affare pazzesco (veramente ne ha fatti due, ma mi piace raccontare il primo). Ha comprato un paiolo di rame per...2 euro, proprio così, 2 euro, e dopo essersi assicurato di aver letto bene il prezzo, mi ha spiegato che quel paiolo era della fine del 1700/inizi 1800. Mi ha fatto vedere da cosa si capiva, mi ha spiegato la forma dell'attaccatura del manico, il perchè delle crepe al suo interno....insomma è stata una sorpresa. Ha detto che a 100 euro sarebbe stato regalato (nel video c'è la foto). E' statao fortunato; chi ha messo in vendita il paiolo voleva forse disfarsi di una vecchia cosa e l'occhio attento e competente è "caduto" nel momento giusto sull'oggetto giusto. O mamma...è mezzanotte, sarà meglio che vada a dormire perchè domani sarà un'altra giornata tosta.

venerdì 13 marzo 2009

BRUTI E BEI 2009

Domani parte il BRUTI E BEI 2009 - Ieri ho ripreso qualche fase del lavoraccio di ricezione merce. Non riesco ancora a capire come facciano a gestire la mole di merce che arriva. Catalogare, registrare, spuntare l'invenduto, rendere e pagare. Il mercatino è la fonte principale delle entrate della Associazione Proquartiano che, nell'arco dell'anno propone più di 40 manifestazioni. Posso dirlo? Siamo bravi.

El Gabon de Arcagna


Dalle “Lettere & opinioni” pubblicate oggi si “Il Cittadino”

“GABON”
Ad Arcagna un gesto ignobile
Caro direttore, esprimo il mio sentimento di plauso alla notizia messa da lei con risalto nella prima pagina del quotidiano «Il Cittadino » di lunedì 9 marzo riguardo l’immagine della Madonna di Arcagna, strappata dal secolare olmo (el gabon) e gettata in un fosso da ignoti vandali nella notte tra venerdì e sabato trascorso, vicino ala festa della donna dell’8 marzo, con la quale ha inteso manifestare lo sdegno e il rammarico di tanti devoti per il gesto sacrilego che servirà ad accrescer l’afflusso dei fedeli al Santuario, particolarmente
attorno alla data del ritrovamento (26 aprile 1649) del miracoloso affresco durante l’aratura del campo vicino e ora custodito e venerato nel Santuario. Questo gesto mi ricorda altri gesti ignobili compiuti ai danni di immagini mariane attorno alla data dell’8 marzo. A Casalpusterlengo, diversi anni fa, era stata imbrattata con vernice nera l’immagine della Madonna dei Cappuccini sopra una lapide lungo il viale del Santuario, poi fatta ripulire dal parroco di allora, padre Sergio Caglio, e sfregiati i muri e imbrattato i cancelli dellaMadonna del Fontanone ad Ospedaletto Lodigiano,poi restaurati per iniziativa del parroco don Michele Bassanetti.
Don Gianmario Galmozzi
*La foto è mia, dell'agosto 2008, scattata proprio al Gabon, dove ci siamo fermati a bere e a mandare, magari in silenzio, una preghiera alla Madonna.

mercoledì 11 marzo 2009

Gassificatore a Mediglia - 3

Video della conferenza del dottor Montanari a Bustighera (4/3/2009):


Altre interessanti interviste e video della serata si trovano sul blog "La fenice per Mediglia"

"Lei" non manca mai all'appuntamento

Eccola, come tutti gli anni fa capolino giusto in tempo per mio compleanno. Solo l'anno scorso, complice l'inverso molto caldo, si è affacciata già a gennaio. Questa settimana è splendida ...e meno male, dico io , così è più leggero affrontare le fatiche di queste giornate che, purtroppo, sono veramente tante, sia quelle fisiche che quelle, diciamo così, psicologiche. Sursum corda, come dice Egidio e...tirem innanz, come disse Amatore Sciesa (spero di non finire dabanti ad un plotone di esecuzione, però!)


Il vento rende il cielo terso e le montagne sembrano a due passi da noi; ecco là in fondo il Resegone...

sabato 7 marzo 2009

8 marzo, mollami. E sai perchè?

Otto marzo mollami! La posta elettronica è una gran bella invenzione: facile, comoda, economica. Troppo facile, troppo comoda, troppo economica…C’è gente che aspetta solo di schiacciare “inoltra” e inserire tutte le sue mailing list nello spazio “to”.

Quanto scrive la scrittrice Mariangela Raffaglio oggi su "il Cittadino" mi calza a pennello. L'articolo è qui, sul fondo della pagina . La sorpresa finale è che, come l'autrice, compio gli anni anche io il 9 marzo. Grazie Mariangela, un bellissimo regalo. La signora Mariangela cita una poesia del poeta Sanguineti, La ballata delle donne qui sotto tradotta in musica.

venerdì 6 marzo 2009

Gassificatore a Mediglia - 2

Da "Il Cittadino di oggi":
Mediglian - Montanari, famoso nanopatologo, contesta il sito: «I comuni che lo accettano o sono ignoranti o corrotti» «Il gassificatore? Una scelta criminale-Inquina come un inceneritore, alto il rischio di tumori» (leggi l'articolo...)

Qui la differenza tra gassificatore ri-gassificatore e inceneritore (in questo sito si parla di "vantaggi" dei gassificatori)
Il blog di Montanari
Qui un articolo di Emanuele Perugini (Messaggero) sul business dei termovalorizzatori in Germania ...ci sono paesi, è il caso della Germania, che (i rifiuti) se li vanno a prendere all’estero. Mentre altri, come l’Italia, rischiano di vedersi scippare anche questa opportunità. Secondo le analisi degli esperti nei prossimi anni il business legato allo smaltimento e alla valorizzazione energetica dei rifiuti è destinata a crescere in maniera sostanziale...
Il professor Veronesi è pro-inceneritori? Qui si spiega un possibile "perchè".
Ho messo tanta carne al fuoco? Sto solo cercando di capire... Vedo dalla foto de Il Cittadino che era presente alla riunione di Mediglia anche il nostro Assessore. Spero di leggere presto le sue considerazioni.

mercoledì 4 marzo 2009

Colturano - Elezioni amministrative 2009.

Colturano, il sindaco uscente “tentenna” All’orizzonte l’ipotesi di una lista unica.
Rebus voto a Colturano a tre mesi dal rinnovo comunale. Il sindaco Giovanni Cariello non dà ancora per certa, nero su bianco, la sua ricandidatura alla guida di Incontro per Colturano mentre l’opposizione di Amministrare Insieme, che nel 2004 era risultata la meglio piazzata, annuncia la pressoché certa intenzione di non proseguire l’esperienza: «ben difficilmente il 6 giugno Amministrare Insieme sarà parte della sfida. Riteniamo possibile una forte ricomposizione del quadro», dichiarano i portavoce della minoranza che ha strappato quattro consiglieri cinque anni fa. Colturano, come Carpiano e San Zenone al Lambro, è uno dei centri del circondario melegnanese che fra meno di tre mesi sarà teatro di un triplice voto: europee, provinciali e comunali. E come nel 2004 i movimenti di avvicinamento al turno elettorale sono cauti, al punto che non assurda risulta l’ipotesi di una lista unica, una corsa a.. uno. L’attuale sindaco Giovanni Cariello, che dopo Mario Soldà portò alla terza vittoria consecutiva “Incontro per Colturano”, chiede tempo: «ora come ora, all’inizio di marzo, c’è stato un solo incontro del nostro gruppo per valutare la strada verso il voto - dichiara il primo cittadino- . È prematuro quindi dire se io sarò capolista e candidato sindaco, o se la lista Incontro per Colturano, nata nel 1995, si presenterà con questa esatta denominazione per la quarta volta. Siamo ancora in una fase di valutazione.» Elementi più chiari invece sul lato minoranze, divise nell’ultimo quinquennio fra “Viva Colturano” (due consiglieri) e «Amministrare Insieme» (quattro). Parla chiaro Carlo Meloni, sfidante di Cariello nel 2004: «non mi ricandiderò, per motivazioni strettamente personali, e ritengo altresì che anche Amministrare Insieme cesserà la sua presenza politica locale». Concorda Luciano Passoni, portavoce di Amministrare Insieme nonchè legale detentore del simbolo:«a questo punto è quasi certo che questa lista non si ripresenti, anche perchè sarebbe dura riproporsi come opposizione quando si sono votate così tante cose assieme alla maggioranza.» Tuttavia Passoni lascia una porta aperta: «siamo disponibili a condividere con persone impegnate in un nuovo progetto civico l’esperienza di Amministrare Insieme, maturata in dieci anni di consiglio comunale». E.D.
Ci sono un paio di inesattezze:
Viva Colturano ha un consigliere (De Benedictis)
Amministrare Insieme ha tre consiglieri: Meloni, Vigo e Meazza.
Non credo che i Berlusconiani si lascino scappare l'opportunità di questa "piazza" visti i risultati comunali delle ultime elezioni politiche (vedi qui a pag 21).