domenica 7 dicembre 2008

La bolgia infernale

Pomeriggio a Milano, Pinacoteca di Brera. Per me è stata la prima volta e finalmente ho rivisto il Cristo morto di Mantegna. Sicuramente a Mantova era collocato in posizione migliore; qui a Brera le luci fanno proprio pietà. E poi Piero della Francesca, Raffaello, Tintoretto, Canaletto, Guido Reni, Hayez e...tutti i GRANDI che qui sono rappresentati. Dobbiamo ringraziare Chiara Tumiatti * che ci ha fatto da guida. All'uscita dal museo "qualcuno" e non diciamo chi, ha avuto la bella pensata di passare da piazza della Scala. Ah! proprio una bella idea! oggi! Abbiamo fatto un quarto d'ora appiccicati come sardine per oltrepassare la marea umana che stazionava ai lati della strada per vedere tutta la crème-de-la-crème accorsa per l'apertura della stagione operistica. Ollallà, abbiamo giusto fatto in tempo a vedere, tra una spinta e l'altra, la manina di Formigoni che salutava il pubblico festante. Ci siamo tuffati sul metrò per ritornare al nostro paesello e alle sue più quiete novità.


Ecco giust'appunto quella fotografata oggi: la piccola rotonda che sta sorgendo, che è già sorta, tra via Melegnano, la piazza e via Roma.

Le voilà:

Con questa foto si dovrebbe capire meglio dove è collocata (più o meno dove c'è il cartello con la freccia blu):



* PS: Chiara, in collaborazione con don Guglielmo Cazzulani e Danilo Bazzani, ha pubblicato un volumetto, Il cielo in una chiesa, sugli affreschi della chiesa parrocchiale di Caselle Lurani. I proventi della vendita sostengono la diocesi di Lomè in Togo.

Nessun commento:

Posta un commento