lunedì 8 dicembre 2008

Avena ragione la nonna Pina

E si, aveva ragione mia mamma, detta "nonna Pina", a dire che "due se mangia in du, se mangia anca in tri e due se mangia in quater se mangia anche in cinc". Traduzione in italiano:
dove si mangia in due si mangia anche in tre e dove si mangia in quattro si mangia anche in cinque.
Ah, non sono diventata matta, ho appena trascorso un pomeriggio ad istruirmi sul BONUS FAMIGLIA e
SOCIAL CARD (gli articoli linkati sono del Sole24ore, interessante quello sulla social card..)
Ho guardato i moduli e delle istruzioni ( sia del BONUS che della SOCIAL CARD ) dove appunto c'è la conferma di quello che diceva la mia mamma. Anche il fisco non fa distinzione tra i limiti di reddito fra 3 o 4 componenti il nucleo familiare oppure fra 4 o 5.
"Putost che nient, putost..." diceva anche la mia mamma e questo deve essere lo spirito, non aspettiamoci i miracoli. "Piuttosto di niente, prendiamo il piuttosto cioè quello che ci danno".
Morale della favola:
-l'altro giorno in posta, a chi chiedeva informazioni, rispondevano che, prima di fare qualsiasi mossa, si doveva "ricevere la lettera". I pensionati pensavano fosse una lettera dell'INPs invece, a quanto leggo, è una lettera informativa a firma del ministro dell'Economia .
-Sul modulo è comunque indicato che si possono reperire negli Uffici Postali o scaricabili dal sito.
- I muduli non sono proprio semplicissimi e necessitano dell'assistenza del CAF , ai quali bisognerà produrre anche la copia dell'estratto conto bancario (compresi Bot, CCT ecc. Attenzione perchè i controlli incrociati ci sono e saranno sempre più attenti). Il totale del patrimonio mobiliare non dovrà essere superiore a 15.000 € altrimenti non si ha diritto a nulla.


Image Hosted by ImageShack.us

Nessun commento:

Posta un commento