venerdì 10 ottobre 2008

Oggi non va

Pausa: guardo la posta e guardo il Forum di Beppe Severgnini sul Corsera. Prendo nota di questi due link da leggere sulla riforma Gelmini.
Dal sitio de Il Sole24Ore
e dal sito italiachiamaitalia
Leggo questo sul blog di Gunther e...mi accorgo che sono le 11 e venti e che la Banca della Memoria devo lasciarla per il pomeriggio.


Oggi non va per niente, non so perchè. Vediamo come andrà il pomeriggio.
Ho come una sensazione di vuoto (cha la foto di Matteo rappresenta perfettamente. Matteo hai sempre la passione per i piedi delle donne? Non pensate male, per lui, malleoli, caviglie, tarsi e metatarsi che svettano sulle punte, hanno un fascino particolare). Sto sorridendo tra me: nel lontano 1973 avevo un collega di lavoro che aveva la scrivania proprio di fronte a me e che d'estate, quando mettevo i sandali rossi e mi dipingevo le unghie, mi guardava continuamente i piedi ammettendo di avere una passione per i piedi delle donne. Era imbarazzante. Va bene, vado a cucinare qualcosa. Gunther quanto ti vorrei a casa mia! Mio marito è a dieta ferrea per il colesterolo alto e io mi sto deprimendo anche per questo. Con la tua fantasia forse potresti prepararci qualcosa che non sia il pesce pangasio (non sapevo nemmeno che esistesse), il brodo vegetale, 30 grammi di riso o 40 di pasta...insomma una tragedia. Per di più non mi piace cucinare.

3 commenti:

  1. Non ti devi deprimere perchè tuo marito ha il colesterolo alto, ci sono giorni e giorni. Quanto è alto il colesterolo? credimi c'è di molto peggio, C'è un colore l'arancione che secondo me aiuta a mettere di buon umore, prova con un risotto leggero alla zucca. la zucca ha anche un sapore zuccherino che da una soddisfazione al palato. Non devi utilizare burro ma olio d'oliva e alla fine niente parmigiano, ma una grattatina di ricotta salata direttamente sul piatto.
    Ma nche un bel riso magari cotto in bianco prova ad aggiungere uan bella manciata di erbe aromatiche come il basilico fresco triturato con qualche pomodoro fresco a pezzetti. A me le erbe aromatiche risolvono molto. altra idea e poi mi fermo del bel pesce la cartoccio come magari il salmone. se ho un attimo di tempo ti faccio per i prossimi posto un menù anticolesterolo ma con gusto. Un bacione

    RispondiElimina
  2. Sono depressa non per il suo colesterolo, certo, se mi guardo intorno c'è di peggio. Mio genero, 28 anni, da una settimana è piombato nel diabete insulino-dipendente e probabilmente il mio malessere è dovuto anche a una lunga serie di, chiamiamoli così, incidenti di percorso che da un anno a questa parte non mi mollano un istante. Da ieri pomeriggio va meglio e l'umore è salito. Domani, dieta o non dieta, preparo una bella pasta pasticciata, brasato e fagottini di mela. E' la sagra del paese, mica posso preparare pangasio e insalatina! Se hai tempo, si, mi piacerebbe vedere un tuo menu.Intanto seguirò i tuoi consigli sulle erbe aromatiche. Vengo da una famiglia lombarda dove il burro l'ha sempre fatta da padrone e adesso è dura usare solo olio.La dieta che hanno dato a mio marito è di 1400 calorie al giorno anche perchè dovrebbe dimagrire qualche chilo. Tre se ne sono già andati, meno male. Altri due o tre e la meta è raggiunta. Abbiamo tempo fino ai primi di dicembre per vedere se con la dieta il colesterolo si abbassa. Con le pastiglie ha già provato ma il suo medico si è arreso e lo ha spedito presso un centro specializzato presso il Policlinico di Milano. Vediamo un po' come andrà.
    Grazie del bacione, ricambio.

    RispondiElimina
  3. spero che si normalizzi il colesterolo di tuo marito, per la sagra un eccezione si può anche fare, beh non sono molto i chili da perdere, io spero che vada a posto con la dieta ma ti dico subito che può anche accadere che non sia cosi, solo nel 20% dei casi riesce ad andare a posto con l'alimentazione, vedi se riesci a farlo muovere un po di più, il movimento potrebbe aiutarlo di più scusa il tono diretto che adopero.le pastiglie tienilo come ultima possibilità perchè hanno
    degli effetti collaterali non semplici. Quello che ho imparato non tante cose nella vita è che è fatta a cicli, ci sono dei cicli poco lieti(che a volte sembra che non finiscono mai) e dei cicli più lieti è importante reagire con temperamento e forza anche quando viene voglia di tirare fuori la bandiera bianca, un grande abbraccio

    RispondiElimina