mercoledì 2 luglio 2008

Tangenziale Est Esterna

Da "Il Cittadino" di oggi 2 luglio 08
La provincia non ha dubbi: «La Tem migliora la viabilità»

«La Tangenziale est esterna e le opere connesse miglioreranno la viabilità del Sudmilano». L’assessore provinciale ai trasporti Paolo Matteucci e gli amministratori locali del Partito democratico ne sono convinti. È quanto emerso da una tavola rotonda organizzata dal Pd di Melegnano e svoltasi lunedì sera a palazzo Broletto. Vito Penta, vicesindaco di Dresano, ha fatto il punto della situazione: «A fine maggio i comuni interessati, la provincia di Milano, quella di Lodi e la Regione hanno sottoscritto gli schemi modificativi delle opere connesse all’accordo di programma per la realizzazione della Tangenziale est-esterna. Per quanto riguarda il Sudmilano - ha chiarito Penta -, il progetto prevede la costruzione della bretella Cerca-Binasca, il raddoppio della Santangiolina, la riqualificazione della Sordio-Bettola, la realizzazione delle varianti di Dresano e Balbiano e di un nuovo tratto stradale di connessione tra la Santangiolina e la via Emilia, che sarà affiancato alla est esterna». Dopodiché, il sindaco di Dresano Mario Valesi ha rimarcato l’importanza nell’operazione della provincia di Milano che, sono state le sue parole, «ha saputo cogliere le esigenze dei singoli comuni». Concetti ribaditi dal primo cittadino di Cerro al Lambro Dario Signorini, mentre il sindaco di Colturano Gianni Cariello ha invitato a non abbassare la guardia: «Perché - ha affermato -, l’accordo di programma è stato siglato, ma ora è necessario attuarlo concretamente. Si tratta comunque di un lavoro soddisfacente - ha rimarcato -, frutto di tutta una serie di confronti avviati con i cittadini delle singole comunità locali». Ma lunedì sera non sono mancate neppure le voci critiche. A partire da quella di Mario Mazza, vicesindaco di Vizzolo Predabissi: «La Tangenziale est-esterna mortifica il paesaggio dell’intero Sudmilano che, non dimentichiamolo, rimane un territorio a vocazione prevalentemente agricola - ha incalzato -. Perciò, ribadiamo un secco no all’operazione, ma nel contempo siamo pronti a studiare soluzioni che possano migliorare la situazione». Ma neppure Giulietta Pagliaccio, coordinatrice locale del Circolo Legambiente, è stata particolarmente tenera. Più cauta invece la posizione di Nicola Borzi e Luigi Ventura, entrambi esponenti di punta del Pd di Melegnano. «In realtà - ha spiegato nell’intervento conclusivo l’assessore Matteucci -, la est-esterna è destinata ad abbattere per il 30 per cento il traffico lungo la Cerca, una delle strade più trafficate del Sudmilano. Si tratta insomma di un intervento fondamentale per l’intero territorio, che peraltro ha considerato tutte le componenti della mobilità. Ricordo infatti che abbiamo programmato anche un sostanziale rafforzamento del trasporto pubblico, con la previsione della metropolitana sino a Paullo. Il rischio di uno sviluppo urbanistico incontrollato lungo la est-esterna? L’accordo di programma siglato a fine maggio pone paletti ben precisi in tal senso».
St. Cor.

Nessun commento:

Posta un commento